Visitatori Totali: Oggi è mer apr 08, 2020 10:44 am




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 32 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
 SICILIA: la val di Noto 
Autore Messaggio
Avatar utente

Iscritto il: dom giu 20, 2010 2:13 pm
Messaggi: 458
Località: Boarezzo
Sesso: m
Messaggio SICILIA: la val di Noto
Ciao a tutti,
apro questo topic, con l'idea di condividere il percorso di una breve vacanza (12 giorni) fatta recentemente in terra di Sicilia. L’intenzione è quella di provare a protrarre nel tempo i ricordi, (e un pezzo d’estate), pubblicando nel corso delle prossime settimane qualche foto del viaggio, indicando il nome, la storia dei luoghi, qualche aneddoto o curiosità...
Cominciamo dal "dove": vi sto parlando della più vasta concentrazione d’Europa di siti patrimonio dell’ UNESCO, che parte da Siracusa e si estende ad Avola, Noto, Modica e Ragusa, Una zona di Sicilia, non solo rinomata per il barocco, ma anche laboriosa, con piane coltivate ad uliveti, vigneti, agrumeti e mandorli; qualche chilometro più a sud, Pachino con il suo pomodorino.
Fotografare tanta bellezza non è cosa ovvia: più volte, mentre scattavo, ho avuto l'impressione che, in ogni caso, mai sarei riuscito a trasmettere a terzi una completa idea del luogo. Altri elementi, oltre all'immagine, contribuivano in modo fondamentale a creare l'emozione. Gli odori: quelli provenienti dalle cucine delle case, quelli dei mercati, l'aroma della terra e della sua macchia...; i suoni: il vento sul mare, la cadenza del dialetto, lo stridio delle cicale nelle ore più assolate...; la brezza del mattino e la mite temperatura della notte. Ecco tutto questo, la fotografia può solo suggerirlo. Se vi va, guardando le foto, provate ad immaginarvelo e chissà mai, che questo viaggio che vado ad iniziare, non invogli ad “andare a sentire”. Buona visione
Allegato:
noto 038.JPG
noto 038.JPG [ 250.14 KiB | Osservato 1859 volte ]
Località Zisola


Allegati:
noto 029.JPG
noto 029.JPG [ 277.88 KiB | Osservato 1859 volte ]
noto 005.JPG
noto 005.JPG [ 300.31 KiB | Osservato 1859 volte ]

_________________
giuseppe cozzi

Di sicuro ci sarà sempre chi guarderà solo alla tecnica e si chiederà 'come', mentre altri di natura più curiosa si chiederanno 'perche'
Man Ray


Condividi con Facebook Condividi con Twitter Condividi con Digg Condividi con  MySpace Condividi con Delicious
ven set 24, 2010 3:33 pm
Profilo
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: gio gen 01, 1970 1:00 am
Messaggi: 12031
Località: Cugliate Fabiasco
Sesso: M
Messaggio Re: SICILIA: la val di Noto
Già l'inizio non è niente male.... mannaggia quando si parte?

:okboy:

_________________
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene come sei. Vivi come credi. Fai cosa ti dice il cuore…ciò che vuoi…. una vita è un’opera di teatro che non ha prove iniziali. Canta, ridi, balla, ama….e vivi intensamente ogni momento della tua vita…. Prima che cali il sipario e l’opera finisca senza applausi. (Charlie Chaplin)




ven set 24, 2010 3:37 pm
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: dom giu 20, 2010 2:13 pm
Messaggi: 458
Località: Boarezzo
Sesso: m
Messaggio Re: SICILIA: la val di Noto
Zisola, è una località ad un paio di Km da Noto dove, una nota famiglia Toscana produttrice di Chianti sin dal 1435, innamoratasi del luogo ha deciso nel 2000 di acquisire un vecchio baglio (quando è più grande si dice masseria) dell’ 800 e di produrre coltivando ad alberello (più costoso della spalliera, ma con una miglior resa organolettica delle uve), il nero d’ Avola. La storia di questo vitigno ha origini antiche, ma sino alla fine degli anni ’60 veniva quasi esclusivamente utilizzato come vino da taglio per alcuni vini “leggerini” d’ oltralpe; Durante una serata di degustazione, ci si è potuti accostare a tutto il processo di vinificazione, dalla vigna alla cantina ed è stato interessante e coinvolgente vedere con che passione e cura venga trattato un prodotto (l’uva) di trasformazione (il vino). Qui, il mosto di nero d’Avola dopo il passaggio nei tini, viene affinato per 10/16 mesi in barrique per poi essere imbottigliato. Le foto sono scatti di quella piacevole serata


Allegati:
noto 010.JPG
noto 010.JPG [ 266.83 KiB | Osservato 1840 volte ]
noto 016.JPG
noto 016.JPG [ 230.7 KiB | Osservato 1840 volte ]
noto 022.JPG
noto 022.JPG [ 237.37 KiB | Osservato 1840 volte ]
noto 020.JPG
noto 020.JPG [ 185.91 KiB | Osservato 1840 volte ]
noto 023.JPG
noto 023.JPG [ 232.69 KiB | Osservato 1840 volte ]
noto 034.JPG
noto 034.JPG [ 208.59 KiB | Osservato 1840 volte ]

_________________
giuseppe cozzi

Di sicuro ci sarà sempre chi guarderà solo alla tecnica e si chiederà 'come', mentre altri di natura più curiosa si chiederanno 'perche'
Man Ray


dom set 26, 2010 6:50 pm
Profilo
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: gio gen 01, 1970 1:00 am
Messaggi: 12031
Località: Cugliate Fabiasco
Sesso: M
Messaggio Re: SICILIA: la val di Noto
Belleeeeeeeeee sembrano cartoline ! :okboy:

_________________
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene come sei. Vivi come credi. Fai cosa ti dice il cuore…ciò che vuoi…. una vita è un’opera di teatro che non ha prove iniziali. Canta, ridi, balla, ama….e vivi intensamente ogni momento della tua vita…. Prima che cali il sipario e l’opera finisca senza applausi. (Charlie Chaplin)




dom set 26, 2010 7:17 pm
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: ven ott 26, 2007 8:41 am
Messaggi: 1574
Località: Milano, ma il DNA è marchirolese al 75%
Messaggio Re: SICILIA: la val di Noto
Ovviamente le avrai scattate prima della degustazione... :bere:

_________________
ghe voeuren i garun

12 settembre 1993 - 20 maggio 2012 - One Love




dom set 26, 2010 8:44 pm
Profilo

Iscritto il: ven feb 15, 2008 6:20 pm
Messaggi: 316
Località: http://www.esp-ergomotion.com/
Sesso: F
Messaggio Re: SICILIA: la val di Noto
Caro Peppo,
con le tue bellissime foto e romanticissime descrizioni, mi hai fatto davvero sognare!!

Essendo siciliana, non posso che ringraziarti di cuore per questo stupendo tributo alla Sicilia,
dalle tue parole traspare un vero amore per questa terra che hai trasmesso benissimo e che ha permesso
ad altre persone di apprezzarla.

Mi sono commossa tantissimo perche' le tue parole mi hanno fatta tornare indietro nel tempo, all' eta' di sei anni
quando si andava nella casetta che avevamo in campagna, tutta circondata da vigneti, a cui mio padre
dedicava le sue cure soprattutto nel fine settimana. Erano momenti di felicita' pura.

Quello che mi e' rimasto impresso nella memoria sono i colori fortissimi, il cielo, i vicini campi di grano e le trebbiatrici
che lavoravano tutto il giorno.

Il profumo del grano non riesco a descriverlo. Io correvo tutto il giorno tra i vigneti a cercare i nidi di uccellini.

Grazie ancora e buona serata. :cry: :cry:

Silvana


lun set 27, 2010 9:00 pm
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: dom giu 20, 2010 2:13 pm
Messaggi: 458
Località: Boarezzo
Sesso: m
Messaggio Re: SICILIA: la val di Noto
Grazie Silvana,
è la seconda volta a distanza di 25 anni che torno in Sicilia e nonostante evidenti contraddizioni (e dove non ci sono), la voglia di condividere queste viaggio è anche un tentativo ad uscire da luoghi comuni e stereotipati e questo può avvenire solo tramite la conoscenza e la voglia di aprirsi.
il viaggio continua.............

_________________
giuseppe cozzi

Di sicuro ci sarà sempre chi guarderà solo alla tecnica e si chiederà 'come', mentre altri di natura più curiosa si chiederanno 'perche'
Man Ray




lun set 27, 2010 9:46 pm
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: dom giu 20, 2010 2:13 pm
Messaggi: 458
Località: Boarezzo
Sesso: m
Messaggio Re: SICILIA: la val di Noto
gigilugi ha scritto:
Ovviamente le avrai scattate prima della degustazione... :bere:


In effetti, gigi queste le ho scattate al termine della serata :P


Allegati:
noto 048.JPG
noto 048.JPG [ 266.35 KiB | Osservato 1816 volte ]
noto 049.JPG
noto 049.JPG [ 294.5 KiB | Osservato 1816 volte ]

_________________
giuseppe cozzi

Di sicuro ci sarà sempre chi guarderà solo alla tecnica e si chiederà 'come', mentre altri di natura più curiosa si chiederanno 'perche'
Man Ray


lun set 27, 2010 9:49 pm
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: dom nov 06, 2005 9:27 pm
Messaggi: 793
Località: Cugliate Fabiasco
Sesso: m
Messaggio Re: SICILIA: la val di Noto
Ciao Giuseppe, che belle, bravo, mi piace molto l'atmosfera degli scatti notturni
Pier

_________________
http://www.binomania.it
Il Magazine On-line dedicato al mondo del binocolo e delle Sport Optics.
Autore riviste astronomiche "Le Stelle" e "Nuovo Orione"
http://www.astronomianews.it




mar set 28, 2010 9:43 am
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: dom giu 20, 2010 2:13 pm
Messaggi: 458
Località: Boarezzo
Sesso: m
Messaggio Re: SICILIA: la val di Noto
MODICA:
Ciò che rende la città così unica e affascinante è, prima di tutto, l'aspetto barocco, di cui il disegno urbano e centro storico è ricco; inoltre la presenza di pittoresche stradine, piene di vecchie botteghe, casupole o ricchi palazzi.

"Fui giovane e felice un'estate, nel cinquantuno. Ne' prima ne' dopo: quell'estate. E forse fu grazia del luogo dove abitavo, un paese in figura di melagrana spaccata; vicino al mare ma campagnolo; meta' ristretto su uno sprone di roccia, meta' sparpagliato ai suoi piedi; con tante scale fra le due meta' a far da pacieri, e nuvole in cielo da un campanile all'altro, trafelate come staffette dei Cavalleggeri del Re... Che sventolare, a quel tempo, di percalli da corredo e lenzuola di tela di lino per tutti i vicoli delle due Modiche, la Bassa e la Alta; e che angele ragazze si spenzolavano sui davanzali, tutte brune. Quella che amavo io era la piu' bruna."
Da "Argo il cieco" di Gesualdo Bufalino


Allegati:
modica 104.jpg
modica 104.jpg [ 272.76 KiB | Osservato 1789 volte ]
Commento file: La chiesa di San Pietro, patrono di Modica Bassa, E' introdotta da una elegante scalinata abbellita da statue dei dodici apostoli ai lati.
modica 127.jpg
modica 127.jpg [ 232.97 KiB | Osservato 1789 volte ]
modica 128.jpg
modica 128.jpg [ 313.08 KiB | Osservato 1789 volte ]
modica 143.jpg
modica 143.jpg [ 249.83 KiB | Osservato 1789 volte ]
modica 150.jpg
modica 150.jpg [ 290.57 KiB | Osservato 1789 volte ]
Commento file: Palazzo Tommasi-Rossi, notabile per il vasto portale lavorato in pietra e, al piano superiore, splendidi balconate in ferro battuto, sostenute da terrazze con maschere tipiche barocche.
modica 093.jpg
modica 093.jpg [ 315.68 KiB | Osservato 1789 volte ]
modica 081.jpg
modica 081.jpg [ 312.26 KiB | Osservato 1789 volte ]
Commento file: La chiesa di San Giorgio è un monumentale esempio dell'arte barocca siciliana.
modica 078.jpg
modica 078.jpg [ 263.56 KiB | Osservato 1789 volte ]

_________________
giuseppe cozzi

Di sicuro ci sarà sempre chi guarderà solo alla tecnica e si chiederà 'come', mentre altri di natura più curiosa si chiederanno 'perche'
Man Ray




Ultima modifica di Peppo il gio set 30, 2010 11:28 pm, modificato 1 volta in totale.
mar set 28, 2010 11:42 pm
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: dom giu 20, 2010 2:13 pm
Messaggi: 458
Località: Boarezzo
Sesso: m
Messaggio Re: SICILIA: la val di Noto
VENDICARI:
Ad una decina di km più a sud di Noto, l’ oasi faunistica di Vendicari; istituita nel 1984. è oggi una delle zone umide più rappresentative d'Europa e la sua importanza, dal punto di vista naturalistico, è internazionalmente riconosciuta. Centinaia sono le specie di uccelli che la scelgono ogni anno come luogo di sosta nel viaggio verso le zone di riproduzione. Mi è tornato alla mente un passaggio di uno scritto di erri de luca:

I poteri hanno visto nelle isole dei luoghi di reclusione, hanno piantato prigioni su ogni scoglio. Il mare nostro brulica di sbarre. Gli uccelli, invece, vedono nell’isola un punto di appoggio dove fermare e riposare il volo prima di proseguire oltre; tra l’immagine di un’isola come recinto chiuso - quella dei poteri - e l’immagine degli uccelli - di un’isola come spalla su cui poggiare il volo - hanno ragione gli uccelli.

Ma la riserva non è solo questo. E' infatti uno dei pochi luoghi in cui è ancora possibile osservare la tipica macchia mediterranea in tutto il suo splendore.
Numerose sono, infine, le perle archeologiche che racchiude. La storia del rapporto tra Vendicari e l'uomo, infatti, affonda le sue radici nella notte dei tempi. Dalla preistoria, all'età greca e romana (Eloro, via Elorina, stabilimento ellenistico), all'età Bizantina (Catacombe, Trigona), dalla dominazione araba (fortificazioni di Cittadella) al Medioevo (Torre Sveva) per arrivare al XVIII secolo con i ruderi della Tonnara in attività fino al secondo conflitto mondiale.


Allegati:
037.JPG
037.JPG [ 296.64 KiB | Osservato 1773 volte ]
199.JPG
199.JPG [ 236.77 KiB | Osservato 1773 volte ]
Commento file: un gruppo di fenicotteri
207.JPG
207.JPG [ 243.3 KiB | Osservato 1773 volte ]
210.JPG
210.JPG [ 320.38 KiB | Osservato 1773 volte ]
Commento file: la tonnara
214.JPG
214.JPG [ 237.85 KiB | Osservato 1773 volte ]
217.JPG
217.JPG [ 307.68 KiB | Osservato 1773 volte ]
220.JPG
220.JPG [ 305.94 KiB | Osservato 1773 volte ]
223.JPG
223.JPG [ 268.65 KiB | Osservato 1773 volte ]
Commento file: i resti della tonnarra
229.JPG
229.JPG [ 260.66 KiB | Osservato 1773 volte ]
231.JPG
231.JPG [ 253.98 KiB | Osservato 1773 volte ]
234.JPG
234.JPG [ 238.88 KiB | Osservato 1773 volte ]

_________________
giuseppe cozzi

Di sicuro ci sarà sempre chi guarderà solo alla tecnica e si chiederà 'come', mentre altri di natura più curiosa si chiederanno 'perche'
Man Ray


gio set 30, 2010 11:26 pm
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: dom giu 20, 2010 2:13 pm
Messaggi: 458
Località: Boarezzo
Sesso: m
Messaggio Re: SICILIA: la val di Noto
Linea ferroviaria Noto Pachino:
La linea ferroviaria è a semplice binario non elettrificato; la lunghezza complessiva è di 27,03 km. I servizi viaggiatori sono stati svolti sin dall'inizio con le automotrici; la stazione di Pachino era la stazione più meridionale d'Europa. La linea venne chiusa ma non smantellata; fino al 1997 rimaneva ancora inserita, per memoria, nel fascicolo orario di servizio delle FS. Negli ultimi anni anche a seguito della creazione dell’Oasi di Vendicari si levano sempre più voci a richiesta di una riapertura a scopo turistico della linea, dato che costeggia ed attraversa tutta l’oasi e spiagge e località ad alta valenza turistica.


Allegati:
noto 208.JPG
noto 208.JPG [ 315.8 KiB | Osservato 1761 volte ]
noto 207.JPG
noto 207.JPG [ 341.99 KiB | Osservato 1761 volte ]
noto 205.JPG
noto 205.JPG [ 301.7 KiB | Osservato 1761 volte ]
noto 203.JPG
noto 203.JPG [ 271.51 KiB | Osservato 1761 volte ]

_________________
giuseppe cozzi

Di sicuro ci sarà sempre chi guarderà solo alla tecnica e si chiederà 'come', mentre altri di natura più curiosa si chiederanno 'perche'
Man Ray


dom ott 03, 2010 10:00 pm
Profilo
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: gio gen 01, 1970 1:00 am
Messaggi: 12031
Località: Cugliate Fabiasco
Sesso: M
Messaggio Re: SICILIA: la val di Noto
Se i binari sono rimasti per tutta la linea basterebbe un piccolo locomotore diesel....ma si sa che in questo paese non ci sono i soldi per fare nulla se non distruggere... quindi rimarrà anche per loro un sogno!

_________________
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene come sei. Vivi come credi. Fai cosa ti dice il cuore…ciò che vuoi…. una vita è un’opera di teatro che non ha prove iniziali. Canta, ridi, balla, ama….e vivi intensamente ogni momento della tua vita…. Prima che cali il sipario e l’opera finisca senza applausi. (Charlie Chaplin)




lun ott 04, 2010 3:41 pm
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: dom giu 20, 2010 2:13 pm
Messaggi: 458
Località: Boarezzo
Sesso: m
Messaggio Re: SICILIA: la val di Noto
CAVAGRANDE DEL CASSIBILE
Come un diamante incastonato in un gioiello, così nel territorio del Comune di Avola (Siracusa) vi è un angolo di paradiso terrestre, un patrimonio naturalistico (storico ed archeologico) di incommensurabile valore: la Riserva Naturale Orientata "Cava Grande del fiume Cassibile". Una vallata, quasi un Canyon, con la possibilità di contemplare le meraviglie della natura: flora (platano, salice, oleandro, edera, felce, ecc.), fauna (libellule, farfalle coloratissime, ricciolo, volpe, capinera, cuculo, gheppio, ecc.), aspetti geomorfologici (marmitte dei giganti, docce di erosione, splendidi laghetti, "marie") e archeologici (villaggio bizantino, necropoli del Cassibile, "grotta dei briganti"). Il dislivello tra accesso e fondovalle è di circa 320m con 1.700m circa (gradini e sentiero sterrato). L' acqua, per un bagno è fresca, ma non fredda


Allegati:
noto_237.JPG
noto_237.JPG [ 307.37 KiB | Osservato 1740 volte ]
noto_238.JPG
noto_238.JPG [ 273.18 KiB | Osservato 1740 volte ]
noto_239.JPG
noto_239.JPG [ 271.39 KiB | Osservato 1740 volte ]
noto_242.JPG
noto_242.JPG [ 312.66 KiB | Osservato 1740 volte ]
noto_245.JPG
noto_245.JPG [ 292.81 KiB | Osservato 1740 volte ]
noto_255.JPG
noto_255.JPG [ 275.53 KiB | Osservato 1740 volte ]
noto_265.JPG
noto_265.JPG [ 265.05 KiB | Osservato 1740 volte ]
noto_266.JPG
noto_266.JPG [ 282.78 KiB | Osservato 1740 volte ]
noto_267.JPG
noto_267.JPG [ 264.65 KiB | Osservato 1740 volte ]

_________________
giuseppe cozzi

Di sicuro ci sarà sempre chi guarderà solo alla tecnica e si chiederà 'come', mentre altri di natura più curiosa si chiederanno 'perche'
Man Ray


mer ott 06, 2010 4:54 pm
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: dom giu 20, 2010 2:13 pm
Messaggi: 458
Località: Boarezzo
Sesso: m
Messaggio Re: SICILIA: la val di Noto
RAGUSA (Raùsa in siciliano) è un comune di 73.455 abitanti, è il settimo comune dell'isola per numero di abitanti ed è situato sui monti Iblei. La città è la più agiata del mezzogiorno d'Italia, è chiamata la "città dei ponti" per la presenza di tre strutture molto pittoresche, ma è stata definita anche da letterati, artisti ed economisti come "l'isola nell'isola" o "l'altra Sicilia", grazie alla sua storia e ad un contesto socio-economico molto diverso dal resto dell'isola. Nel 1693 un devastante terremoto causò la distruzione quasi totale dell'intera città, mietendo più di cinquemila vittime. La ricostruzione, avvenuta nel XVIII secolo, la divise in due grandi quartieri: da una parte Ragusa superiore, situata sull'altopiano e dall'altra Ragusa Ibla, sorta dalle rovine dell'antica città e ricostruita secondo l'antico impianto medioevale. Ragusa è uno luoghi più importanti in assoluto per la presenza di preziose testimonianze di arte barocca.


Allegati:
noto 165.JPG
noto 165.JPG [ 238.75 KiB | Osservato 1720 volte ]
noto 162.JPG
noto 162.JPG [ 268.51 KiB | Osservato 1720 volte ]
noto 158.JPG
noto 158.JPG [ 239.94 KiB | Osservato 1720 volte ]
noto 155.JPG
noto 155.JPG [ 295.24 KiB | Osservato 1720 volte ]
noto 154.JPG
noto 154.JPG [ 228.9 KiB | Osservato 1720 volte ]
noto 153.JPG
noto 153.JPG [ 284.21 KiB | Osservato 1720 volte ]

_________________
giuseppe cozzi

Di sicuro ci sarà sempre chi guarderà solo alla tecnica e si chiederà 'come', mentre altri di natura più curiosa si chiederanno 'perche'
Man Ray


mar ott 12, 2010 9:47 pm
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 32 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © phpBB Group.
Designed by Vjacheslav Trushkin , modified by Valganna.info and Maxper
Traduzione Italiana phpBB.it