Visitatori Totali: Oggi è lun set 28, 2020 5:32 am




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 
 Fuoco alle polveri! 
Autore Messaggio
Avatar utente

Iscritto il: ven dic 21, 2007 8:45 pm
Messaggi: 662
Località: Milano - Ghirla
Messaggio Fuoco alle polveri!
Apro questa discussione provocatoria agganciandomi a un' altra infuocata discussione presente in un' altra sezione del forum.

Corriere della Sera online 30 dicembre «Per colpa dei botti di Capodanno moriranno 5mila animali»
Corriere della Sera online 1 gennaio Botti di Capodanno, strage di cani e gatti. L'Aidaa: «237 animali uccisi». Nel 2011 erano oltre 500.
Ma come non dovevano morirne 5000 secondo le vostre apocalittiche previsioni? Un pochino scarsi come previsori, vi suggerisco di cominciare a fare gli oroscopi che è meglio! Morale, L' Aidaa che è una delle centomila associazioni animaliste* ha guadagnato i suoi cinque minuti di notorietà.

Mezza Toscana contro i botti per difendere gli animali
Capodanno, Torino dice no ai botti «Spaventano gli animali»
Milano, polveri oltre i limiti, no ai fuochi d'artificio. Sindaco e giunta mantengono il divieto Antismog???? Ma mi faccia il piacere !!

Siena ferma i botti di Capodanno Fortunatamente hanno avuto il buon gusto di non addurre motivazioni animaliste, giusto per evitare polemiche anti Palio

Sono il felice convivente (non oserei mai scrivere "il padrone") di due felini sopravvissuti a ben due capodanni. Nel passato sono stato assiduo utilizzatore di botti, ma in maniera ragionevole: niente di più grosso dei raudi, lancio in strada verificando l'assenza di automobili e/o pedoni, ecc.
In Italia sicuramente si esagera con i botti di capodanno e probabilmente le limitazioni sono molto sagge ma mi sembra ridicolo utilizzare motivazioni animaliste per giustificare divieti che prevengono morti, ferimenti di persone e danni materiali oltre a costringere i netturbini a pesanti straordinari.
Probabilmenti divieti espressi in maniera diversa sarebbero stati pesantemente contestati ma i politici, che sanno cavalcare alla perfezione le mode del popolo, hanno trovato un modo "politicamente corretto" di presentarli: "No ai botti perchè spaventano gli animali". Io sono perplesso...
Cavoli, ma in certe città italiane festeggiano sparando con vere armi da fuoco e dichiariamo che non vogliamo spaventare gli animali? Mah!

PS quest' anno ne ho fatti solo due piccoli ma solo come atto di disobbedienza civile a Pisapia.

*non sono contro le associazioni animaliste, ho scritto centomila perchè penso che la frammentazione sia molto controproducente ma ovviamente più si moltiplicano le associazione e più si moltiplicano i micro centri di relativo potere e chissenefrega se la somma dei risultati complessivi diminuisce.

_________________
milanes61
----------
Antenati Ghirlesi da 5 generazioni!


Condividi con Facebook Condividi con Twitter Condividi con Digg Condividi con  MySpace Condividi con Delicious

mar gen 03, 2012 6:42 pm
Profilo
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: gio gen 01, 1970 1:00 am
Messaggi: 12039
Località: Cugliate Fabiasco
Sesso: M
Messaggio Re: Fuoco alle polveri!
Mah... che dire... più passano gli anni e più si trovano limitazioni e divieti dell'ultimo momento per i motivi più strani, effettivamente mi fanno pensare, cioè sino a 5/10 anni fa degli animali non gli fregava nulla a nessuno? Oppure con il passare degli anni le cose sono cambiate?

Mi parlano del divieto dei botti a Milano per ridurre .... l'inquinamento... mah :lol: :lol: poi ci mettono il divieto anche per la BEFANA per poi cambiare idea...eh già in fondo è una Befana a scopo benefico...

Ricordo quando uscì la legge per l'obbligo del casco (1986) e quello per l'obbligo delle cinture (1988) mica le hanno messe perchè ci vogliono bene...le hanno fatte per ridurre i costi, perchè allo stato se ci si fa male COSTIAMO...

Tornando a casa nostra, come non ricordare quando dopo l'ultimo AFFOGAMENTO il comune emise una ordinanza retroattiva con il divieto di BALNEAZIONE AL LAGO DI GHIRLA peccato che non tutti sapevano che la persona in questione aveva bevuto di tutto e di più perchè era il suo compleanno, si tuffò completamente ubriaco e stette male...

Ma è anche vero che non sempre le cose sono andate così, nel 1856 nessuno dei due fratelli Scolari aveva bevuto... vi RICORDATE?

Anche leggendo nei commenti pubblicati da VN si evince una cosa, puoi avere tutti i controlli e i cartelli di divieto che vuoi, ma se capita ... capita.

Si è parlato di botti e animali, è giusto sparare in prossimità di boschi o zone protette? Ma la cosa più interessante da sapere forse è anche un'altra, negli altri paesi come ci si comporta a riguardo?

L'anno scorso ho letto una critica per i botti dell'ultimo dell'anno in valle (Valganna - Valmarchirolo) spaventano gli animali, ok lo sappiamo... e quindi? Pensate che uscire con una ordinanza come ha fatto Milano cambi le cose? O ci siano persone che la rispettino? A leggere QUI sembrerebbe di si, ma ho i miei dubbi che a Milano (o nelle altre città che hanno aderito) ci sia stato silenzio a mezzanotte.

Se si dovesse pensare ad una ordinanza per il rispetto degli animali non si dovrebbe sparare MAI nemmeno alle feste e nemmeno per cacciare!

_________________
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene come sei. Vivi come credi. Fai cosa ti dice il cuore…ciò che vuoi…. una vita è un’opera di teatro che non ha prove iniziali. Canta, ridi, balla, ama….e vivi intensamente ogni momento della tua vita…. Prima che cali il sipario e l’opera finisca senza applausi. (Charlie Chaplin)




mar gen 03, 2012 7:58 pm
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: ven dic 21, 2007 8:45 pm
Messaggi: 662
Località: Milano - Ghirla
Messaggio Re: Fuoco alle polveri!
paoric ha scritto:
ho i miei dubbi che a Milano (o nelle altre città che hanno aderito) ci sia stato silenzio a mezzanotte.

Silenzio?
:lol: :lol: ROTFL
Forse bombardamento in leggero calo rispetto agli anni scorsi.

Comunque paragonare l' obbligo di casco e cinture al divieto di petardi mi sembra azzardato.
Basterebbe spiegare ai napoletani * che si può festeggiare anche senza eslodere bombe atomiche e in generale senza sparare con armi da fuoco.
Con un raudo è difficile farsi veramente male a meno di non farselo esplodere in bocca o comunque vicino alla faccia. Mal che vada se ti scoppia in mano non ti stacca un dito, ricordo di aver visto la mano di in ragazzo a cui era capitato ed era effettivamente gonfia ma niente di più.
Quindi basterebbe limitare di molto la potenza degli oggetti e stop. Ovviamente noi Italiani siamo i più furbi e andremmo ad alimentare il mercato nero.
Sarebbe interessante far pagare le spese sanitarie di coloro che si feriscono lanciando razzi e petardi.... anche se con le ovvie cautele per non sanzionare vittime passive involontarie. Se comunque ti presenti con la mano sfracellata... paghi. E se non hai i soldi pedali.

*mi risulta che gli ordigni più potenti siano in vendita solo o soprattutto in quella cittá. E che in generale solo al sud si spari con vere armi per strada o dalle finestre.

_________________
milanes61
----------
Antenati Ghirlesi da 5 generazioni!




mar gen 03, 2012 8:34 pm
Profilo
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: gio gen 01, 1970 1:00 am
Messaggi: 12039
Località: Cugliate Fabiasco
Sesso: M
Messaggio Re: Fuoco alle polveri!
E pensare che sino a qualche anno fa ero uno di quelli che per sparare ero il pole position, ora manco una fontanella mi compro....

:dotnknow:

_________________
Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene come sei. Vivi come credi. Fai cosa ti dice il cuore…ciò che vuoi…. una vita è un’opera di teatro che non ha prove iniziali. Canta, ridi, balla, ama….e vivi intensamente ogni momento della tua vita…. Prima che cali il sipario e l’opera finisca senza applausi. (Charlie Chaplin)




mar gen 03, 2012 8:40 pm
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: sab apr 23, 2011 12:54 pm
Messaggi: 277
Località: Sant'Ambrogio
Sesso: M
Messaggio Re: Fuoco alle polveri!
milanes61 ha scritto:
Sarebbe interessante far pagare le spese sanitarie di coloro che si feriscono lanciando razzi e petardi.... anche se con le ovvie cautele per non sanzionare vittime passive involontarie. Se comunque ti presenti con la mano sfracellata... paghi. E se non hai i soldi pedali.

È vero !A Bolzano per esempio gli interventi del 118 per gli incidenti causati da ubriachi sono a carico degli stessi.oltre ad una cultura diversa,il fatto che sia una provincia autonoma aiuta ad adottare provvedimenti fuori dall'ordinario.
Comunque credo che l'ordinanza sia lo strumento meno adatto e più ...propagandistico.quante violazioni sono state sanzionate? Secondo me ben poche!i fuochi di capodanno sono parte della nostra tradizione,pensare ,quasi dall'oggi al domani di, vietarli mi sembra un po' eccessivo.
Comunque sia, il più degli incidenti avviene per colpa di chi usa i bottino o peggio armi,per quanta prevenzionesia stata fatta il problema non è stato ne eliminato ne tantomeno arginato.
dovrebbero far vedere le foto delle ferite e delle amputazioni causate dai fuochi ,questo sarebbe un bel deterrente per chi per festeggiare espone anche inconsapevolmente se stessi e i presenti,compresi,bambini, a questi rischi!!

Se si vogliono poi aiutare gli animali questo mi sembra un mezzo non tanto scorretto,il fine non è maligno,ma non adeguato visto che alla fine in tutte le città italiane ,con o senza ordinaza del caso ,i cieli sono stati illuminati.speriamo perlomeno che sia l'inizio di un percorso che dia risultati più ... Concreti


mar gen 03, 2012 9:03 pm
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © phpBB Group.
Designed by Vjacheslav Trushkin , modified by Valganna.info and Maxper
Traduzione Italiana phpBB.it